Quello che le donne [non] dicono

di Valeria Collevecchio

  • Oggi voglio parlare di lei. Anche se non l’ho mai conosciuta, non l’ho mai intervistata, non ho mai preparato un servizio televisivo su di lei. Forse proprio per questo.

    Oggi  è il suo “bloggin day” e noi donne della cronaca del tg3 aderiamo convinte, insieme a tutti gli altri, anche con il nostro blog.

    Si chiama Rossella, ha ventisette anni, fa la cooperante. E’ stata rapita in Algeria il 22 ottobre 2011, e da allora poco e niente si sa del suo destino. Leggi tutto…

  • feb27

    Paola

    ore16:07

    “Nel collegamento, domattina, hai anche due ospiti, due licenziate dell’Eutelia”. E’ sera tardi dentro un tendone della marcia della pace Perugia Assisi.

    Fa un freddo cane. Siamo tutti stanchi, stiamo organizzato la lunga diretta che seguirà  la manifestazione. Mi presentano una delle mie ospiti. Si chiama Paola. Anche lei è stanca, magra, piuttosto provata. Mi colpisce subito la sua serietà, quasi antipatia.  Ha l’aria di una che non fa sconti. E’ qui nell’assurda veste di “licenziata”. Leggi tutto…

  • feb25

    Lei

    ore13:16

    Quando entro nella casa- famiglia non mi accorgo di Lei.

    Mi catturano i sorrisi assoluti degli altri, luci smaglianti in una supposta notte della mente. Leggi tutto…

  • “Dite la verità una buona volta, siete solo degli avvoltoi, siamo sommersi da giorni e qui non si è visto nessuno, date una mano invece che perdere tempo!!”

    Urlava contro di me, Sabrina, il cappello di lana calcato sulla fronte, gli occhi senza più lacrime, gli stivaloni da alluvionata sporchi di fango fino al ginocchio. Leggi tutto…

  • feb17

    Maria

    ore12:00

    A Maria il caffè piace dolce, molto dolce.

    Mentre lo versa, calma, e mi porge la tazzina bollente, continua a raccontare.

    Sono giornate amare, queste. 

    Accanto il marito, 32 anni passati all’interno dello stabilimento Fiat di Termini Imerese nel settore delle pulizie. Leggi tutto…

  • Sono i suoi occhi, azzurri come il cielo di questa Sicilia, che mi ritornano in mente e ancora mi feriscono.  Profondi, inquieti, tanto educati da non chiedermi neppure un perchè.

    Si chiama Rosaria, ha sei anni, per mano alla mamma e alla nonna. La incontro mentre si inerpica per un viottolo di Noto, sfuggendo l’occhio della telecamera del mio amico Ettore. E il mio microfono. Leggi tutto…

  • Mentre vado a conoscere Barbara, mi guardo tutto il materiale che ho raccolto su di lei.

    E’ da quest’estate che in piccoli trafiletti, con email, con brevi post sui blog leggo sue notizie.

    Leggi tutto…

  •  

    Arrivo a casa di Palmina, laggiù nella vallata coperta di vigneti abbattuti dal peso della neve, a bordo di un piccolo trattore. 

    I rami hanno tirato giù i cavi dell’elettricità e bloccano il passaggio. In certi tratti dobbiamo scendere e proseguire a piedi, strappando le fronde per farci largo.

    Palmina si sbraccia quando ci vede arrivare.

    Ha i capelli arruffati, la faccia arrossata e indurita dal freddo. Non può lavarsi perchè manca l’acqua e dentro casa si gela perchè con la neve, ad Olevano Romano e in tutta la zona, la corrente è andata via da giorni.  Leggi tutto…

  •  

    E’ una storia diversa quella di Aloisia, una storia d’amore e solidarietà, di speranza e integrazione.

    E’ la storia di una donna stanca di vedere ogni giorno, durante il suo lavoro, ingiustizie e soprusi.

    Lei ,capo-infermiera  all’ospedale Niguarda di Milano, avrebbe voluto assistere tutti i suoi malati nello stesso modo, con dedizione e passione ma, non le è stato permesso. C’erano pazienti di serie A  ed altri di serie B; c’era chi dopo un’operazione poteva rimanere in reparto e chi invece veniva cacciato letteralmente fuori. Così, un bel giorno, Aloisia decide di lasciare quel posto, desiderato per tanti anni, per dedicarsi completamente alle cure dei più bisognosi: gli extracomunitari, spesso clandestini, messi alla porta dalle strutture pubbliche italiane subito dopo gli interventi  cosiddetti di prima necessità, come recita la legge. Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Foto Blogger

Calendario

Commenti recenti